cultura 1

Parlando di Cultura

Il fare cultura sul territorio è rimasto oggi, un arrampicarsi sugli specchi del volere e non potere.

E rimane in dubbio anche il volere.
Perché allo stato attuale, la finanza pubblica ha ridotto drasticamente le risorse destinate ai
progetti culturali, soprattutto a quelli che guardano, non solo al presente, ma al futuro.
 La cultura non è riuscita a diventare, nel nostro paese, una risorsa su cui investire e dalla quale
trarre profitti per allargare e consolidare quelli già realizzati.
Le attività musicali e liriche particolarmente, rimangono confinate in limiti precisi, grandi costi per piccoli numeri di fruitori.
Le Scuole di Musica e Associazioni Culturali, raramente sono finanziariamente autosufficienti
e lavorano inevitabilmente in piccole realtà culturali, mentre i luoghi di grande produzione, 
rimangono fuori di questi importanti elementi della realtà quotidiana.
 Per questo l’Italia nel contesto europeo, rimane in una posizione singolare data da
scarsa alfabetizzazione musicale di base,
programmi inadeguati e anacronistici per la formazione professionale
e le produzioni lirico-sinfoniche estranee ad ogni rapporto costi-benefici.
Tutti questi elementi si uniscono all’incapacità di partecipare attivamente a progetti comunitari
di scambio e collaborazione.
 Arriviamo al paradosso di centinaia di fondi comunitari per la cultura, da noi NON utilizzati
e che andranno distribuiti nei progetti di altri paesi.
Abbiamo un grande patrimonio turistico-ambientale e risorse creative e nonostante quello
rimaniamo incapaci di capire le grandi possibilità di sviluppo che ci si offrono, se solo fossimo
capaci di uscire da logiche provinciali e clientelari.
 Dobbiamo quindi pensare la cultura come produttrice di risorse anche economiche, capace
di sviluppare un altro sguardo della realtà, motivo di coinvolgimento della popolazione e
fattore di crescita individuale e collettiva.
Combattere gli elementi che hanno fatto si che in Italia, la cultura sia una specie a rischio d’estinzione.
Per questo, per poterlo realizzare si necessita degli sforzi di tutti: pubblico e privato.
Ma i nuovi sentieri realistici, sicuramente inconsueti, non sono semplici e hanno bisogno di 
una nuova lettura della politica e di una volontà, che si riconosca e RICONOSCA nella
CULTURA un valore importante, attuale e pieno di possibilità.

 

Rosa Rodriguez


  • "Mai la tecnica ha fatto artista nessuno, ma mai nessuno è diventato artista senza la tecnica”.

    Enrico Caruso

© 2015 Sofarider Inc. All rights reserved. WordPress theme by Dameer DJ.