No allo sgombero Associazione Antonio Cotogni

Vi chiediamo di firmare la petizione, è importante grazie!!

https://www.change.org/p/comune-di-roma-firma-per-dire-no-allo-sgombero-del-centro-culturale-di-via-f-borromeo-75?recruiter=162026544&utm_source=petitions_show_components_action_panel_wrapper&utm_medium=copylink

Ai cantanti, ai musicisti, a tutti gli amici della Cotogni che in tanti anni di lotta hanno creduto che valga la pena lottare per il buon canto, per la memoria e la solidarietà.

Invitiamo TUTTI nella nostra sede mercoledì alle ore 10.00 per dire:
NO ALLO SGOMBERO!!!
Perché questo significherebbe cancellare tanta ricerca, tanto lavoro, tanto impegno, tanti sogni, tanta lotta, di tanti e di tante che ci hanno accompagnato questa strada e che sentiamo sempre vicini.
La COTOGNI deve rimanere e ricordiamo che:
“L’unica lotta che si perde è quella che si abbandona.”
Rosa Rodriguez

thumb_IMG_8947_1024

Il 27 aprile alle ore 10 ci sarà una manifestazione per dire no allo sgombero delle associazioni presenti a Via Federico Borromeo 75, fra queste l’associazione Antonio Cotogni. Dello scoppio del cosiddetto caso “Affittopoli” a farne le spese non sono i “furbetti” del canone agevolato, ma chi a quel canone ha diritto: le associazione non a scopo di lucro. Il centro Ditirambo vanta oltre 20 anni di attività di rilevanza sociale: corsi di canto, di teatro, di disegno per adulti e bambini, ma anche corsi di volontariato, di italiano per stranieri, dibattiti, seminari ed eventi su temi importanti quali i diritti umani e la discriminazione di genere, la cooperazione internazionale, il tutto arricchito da mercatini, feste all’aperto, concerti, cineforum. Insomma, una ricchezza incalcolabile per gli abitanti del XIV municipio.

L’invito è rivolto a tutti i cittadini che non vogliono far chiudere e bloccare tante attività di integrazione e culturali nel loro quartiere, ai membri delle associazioni e a tutti i sostenitori, nonché alla stampa. Invitiamo anche gli altri candidati e consiglieri per aprire un interscambio e per sensibilizzarli sul tema.

I fatti:
– Nel 2002 questi locali siti in via Federico Borromeo 75 sono stati assegnati alle associazioni Antonio Cotogni (che si occupa di musica e canto e di ricerca vocale), TAM – Teatro in movimento (che organizza laboratori e spettacoli teatrali e lavora anche con i malati psichiatrici), Energia per i Diritti umani (che si occupa di volontariato, cooperazione internazionale e di diritti umani con corsi ed eventi).
– Nel 2014 la concessione è scaduta. Le tre associazioni, che nel corso degli anni non hanno mai smesso di fare attività culturali ed educative, hanno presentato regolare richiesta di proroga. La risposta è stata di accoglimento, di rassicurazioni e di raccomandazione a continuare a pagare regolarmente il canone agevolato presso la Romeo, cosa regolarmente avvenuta. L’iter non è andato a buon fine a causa del proscioglimento del consiglio comunale e al commissariamento del Comune.

La beffa
Lunedì scorso fa al TAM è arrivata la famigerata lettera che sta colpendo le onlus capitoline: lasciare bonariamente entro dieci giorni i locali e di pagare due anni di affitti arretrati “a prezzo di mercato”, poiché non più in diritto di un canone agevolato. Si aggira a circa 12.000 euro di arretrati ad associazione, per un totale che stimiamo supererà i 40.000 euro.

thumb_IMG_0013_1024


  • "Mai la tecnica ha fatto artista nessuno, ma mai nessuno è diventato artista senza la tecnica”.

    Enrico Caruso

© 2015 Sofarider Inc. All rights reserved. WordPress theme by Dameer DJ.