Patrizia Pavoncello

Patrizia Pavoncello

Patrizia Pavoncello

Sono sempre stata divisa tra il rigore matematico e la libertà creativa, nella matematica ho trovato l’elegante forma con la profondità del contenuto. Troppo ribelle alla tirannia delle regole ho sentito l’urgente bisogno di una strada parallela che mi permettesse di far volare anima e pensieri nella meravigliosa espressione artistica. Cominciai così il mio cammino musicale. A pari passo con la matematica scoprii la chitarra classica e per un tempo fu un idillio bello. Appassionata di immagini, studiai regia cinematografica; l’idea di fare arte dietro la camera da presa mi affascinava. A questo punto è stato più difficile scegliere,mi sembrava che queste due passioni non potessero convivere così facilmente. Non sapendo che fare mi sono rifugiata nel mio cuore e colpo di scena ho scoperto il canto. Ma non un canto qualsiasi, no! Ho scelto in base anche al mio tipo di voce (forse la natura ha scelto per me) e avendo una voce da mezzosoprano di cui vado fiera (credo che ognuno abbia la voce che si meriti), ho scelto il canto lirico. Attraverso il canto credo di aver dissolto il dilemma, conciliando il rigore della musica con l’espressione artistica. Ho iniziato un percorso artistico che ha profonde radici nella Memoria. Ho creduto, voluto e lavorato alla nascita della Associazione Antonio Cotogni. Cantando ho recuperato il mio rapporto con la matematica e dopo più di 15 anni che avevo abbandonato, ho ripreso gli studi e mi sono laureata. Insegno con entusiasmo matematica e canto (ho sempre avuto una sindrome didattica). Sento che ogni strada che ho percorso si incontra magicamente in un punto fermo e mi sento rigorosamente libera. E’ così che sono approdata al progetto Canto & Conto che cerca di unire le mie due passioni preponderanti la musica e la matematica.

PROGETTO “Canto & Conto” di PATRIZIA PAVONCELLO

Canto e Conto

Canto e Conto

Studiare musica a tutte le età può aprire davvero nuovi orizzonti alla mente. Il fatto “che la musica renda più intelligenti” sta trovando conferme da parte di vari studi scientifici. Un importante neuro-scienziato ha dimostrato quanto l’insegnamento della musica nell’età dell’infanzia contribuisca allo sviluppo di alcune aree cerebrali e accresca le abilità cognitive – intellettuali (come concentrazione e velocità di elaborazione). Studiare musica non è come studiare matematica, ma i due meccanismi mentali, apparentemente così distanti, hanno delle forti affinità. Ci sono da sempre forti pregiudizi sulla matematica, spesso è considerata una materia difficile ed erroneamente si associa alla matematica la freddezza dei calcoli e non la fantasia, la libertà e l’espressione dell’individuo. La matematica può infatti risultare difficile soprattutto a causa della barriera dovuta al linguaggio o al simbolismo usati. Un sistema per acquisire maggior confidenza con la matematica, può consistere nel cercare di individuare nella vita di tutti i giorni un maggior numero di applicazioni matematiche e nel trovare divertimento nei calcoli e nelle soluzioni dei problemi. Canto & Conto è un progetto che unisce la matematica e la musica, attraverso giochi matematici e ritmici, canzoni e geometrie. Trovare il rigore nella musica e la bellezza nella matematica.


  • "Mai la tecnica ha fatto artista nessuno, ma mai nessuno è diventato artista senza la tecnica”.

    Enrico Caruso

© 2015 Sofarider Inc. All rights reserved. WordPress theme by Dameer DJ.